Strumenti & Tecnologia

L’uso di una telecamera intraorale permette una comunicazione con il paziente incentrata sulla
possibilità di vedere la condizione della propria bocca immediatamente.

CHIRURGIA GUIDATA

La chirurgia guidata permette di pianificare in modo preciso l'inserimento implantare al fine di ottenere due importanti vantaggi clinici:

  • superare eventuali limiti dovuti a situazioni anatomiche particolari.
  • assicurare una riabilitazione ottimale anche dal punto di vista protesico.

È possibile realizzare diagnosi accurate e complete, pianificare la posizione ottimale degli impianti dentali e progettare la riabilitazione protesica. L’accuratezza e la predicibilità del risultato chirurgico sono garantite e la semplicità del protocollo chirurgico consente di svolgere l’intervento in totale sicurezza, limitando i tempi di esecuzione e offrendo al paziente un intervento minimamente invasivo.

Laser

L’impiego del laser in odontoiatria costituisce un eccellente supporto sia nei casi meno gravi che in quelli più complessi, grazie a una vasta serie di vantaggi che possono essere riassunti come segue:

Il laser raggiunge i microrganismi nascosti nelle aree in cui i farmaci non raggiungono
Il raggio del laser è in grado di penetrare all’interno della tasca parodontale, eliminando i batteri che causano la malattia
In particolare, consente il trattamento delle radici evitando l’apertura chirurgica delle gengive

ORTOPANORAMICA

La panoramica dentale permette all’odontoiatra di ottenere una visione completa delle arcate dentali, della mascella e della mandibola.

Conosciuta anche come ortopantomografia, da la possibilità di valutare le condizioni dell’osso, delle radici del dente ma anche di individuare le carie meno evidenti.

L’esame è indolore, veloce e fornisce immagini nitide e dettagliate delle condizioni di tutto il cavo orale.

PROTOSSIDO DI AZOTO

L' Analgesia è una tecnica da anni ampiamente diffusa negli Stati Uniti, In Canada e diversi paesi europei.

La somministrazione controllata di ossigeno e protossido d’azoto per via inalatoria, induce un senso di rilassatezza, riducendo la carica emotiva, la percezione del dolore e lo stato ansioso, aumentando la trattabilità del paziente e facilitandone la collaborazione con il medico, mantenendo tuttavia inalterati i riflessi tutelari.

È bene ricoridare che la sedazione non produce effetti collaterali e presenta solo generiche controindicazioni.

Studio Cusano